da sempre al vostro servizio

15 LUGLIO 2011 - LINEE GUIDA GENERALI - INFORMAZIONE SUI PRODOTTI - RISCHI DA AGENTI CHIMICI

Pensando di fare cosa gradita forniamo di seguito una rassegna ISPESL sui vari rischi. Comuni in ambienti di lavoro ma anche in quelli abitativi.

INTRODUZIONE

Numerosi prodotti chimici (sostanze, preparati, miscele, rifiuti) presentano un rischio per la salute e la sicurezza dei lavoratori. Tali pericoli si nascondono, talvolta, sotto nomi semplici come "varechina, antigelo, inchiostro, vernice, fertilizzanti..". Sono d'uso corrente e quotidiano in tutti i settori di attività. La pericolosità di tali prodotti è legata alle loro proprietà intrinseche di poter produrre effetti nocivi sull’organismo vivente, quali ad esempio: l'infiammabilità , la reattività, la tossicità, la corrosività . Il rischio deriva dal contatto dei prodotti pericolosi con l'organismo umano, in particolare per le condizioni di uso di questi prodotti. Durante il lavoro, i lavoratori possono essere esposti a sostanze, preparazioni o rifiuti pericolosi, sia in modo accidentale (esplosione, incendio, rottura di condutture, serbatoi o altri contenitori) sia in modo abituale (uso quotidiano sul posto di lavoro). Il livello di esposizione è legato alla dose assunta e al tempo durante il quale il lavoratore è stato in contatto con il prodotto o la sostanza pericolosa.

EFFETTI SULLA SALUTE

Vi sono tre vie principali di penetrazione dei tossici nell'organismo: la via cutanea (pelle), la respirazione (polmoni) e l’ingestione (bocca). Gli organi interni presentano diversa affinità ai prodotti chimici. Esistono diversi tipi di intossicazione:nell'intossicazione acuta, gli effetti sono immediati a seguito di una esposizione di breve durata con assorbimento rapido del tossico; nell'intossicazione cronica, gli effetti sono tardivi (da qualche giorno a diverse decine di anni) e sono conseguenti alla esposizione a dosi minime ma frequenti per lunghi periodi. Tali effetti dipendono dalla natura dei prodotti in causa, dalle operazioni eseguite (durata dell'operazione, frequenza, .....) e dalla sensibilità dell'organismo.

I PRINCIPI DELLA PREVENZIONE

Ogni recipiente contenente un prodotto pericoloso deve essere etichettato da chi l'ha riempito. Il fornitore deve predisporre una scheda con i dati sulla sicurezza e deve trasmetterla all'utilizzatore. Una priorità assoluta è rappresentata dal censimento dei prodotti pericolosi per limitarne l'impiego e cercare prodotti sostitutivi meno pericolosi, soprattutto nel caso di agenti cancerogeni. Far conoscere la composizione dei prodotti o delle preparazioni pericolose (etichettatura chiara, informazione verbale o scritta, se necessario). Informare sistematicamente in anticipo ogni lavoratore sui rischi che presentano per la sua salute o la sua sicurezza, prima di utilizzarli e sulle modalità operative oltre che sulle condizioni e le precauzioni per l'uso. Limitare il numero dei lavoratori esposti all'azione dei prodotti pericolosi, controllare e rispettare i livelli di esposizione regolamentari, tener conto dei valori raccomandati (i valori limite di esposizione e i valori medi sono stati definiti per un grande numero di sostanze). Sviluppare i mezzi di protezione collettiva (captazione alla fonte, aerazione, purificazione dei locali, mezzi di rilevamento...) o quando ciò non sia possibile, utilizzare gli equipaggiamenti di protezione individuale. Predisporre una nota informativa con le avvertenze per ogni posto di lavoro che espone i lavoratori a prodotti pericolosi, per informarli sui rischi e le precauzioni da prendere.

news aziendali

16 APRILE 2017 - Silva attiva i servizi di pulizia presso i locali museali di Pisa gestiti dal Polo Museale della Toscana.

Leggi tutto...

16 GENNAIO 2017 - Silva si aggiudica la gara per i servizi di pulizia del Polo Museale della Toscana.

Leggi tutto...

01 MARZO 2016 - Malattia invasiva da Meningococco C in Toscana - Potenziamento della segnalazione di casi e indicazioni per chi si reca in Toscana.

Leggi tutto...

09 FEBBRAIO 2015: Split payment nei confronti delle prestazioni verso Enti Pubblici

Leggi tutto...

08 FEBBRAIO 2015: Reverse Charge per le imprese di Pulizia

Leggi tutto...

02 FEBBRAIO 2015 - TFR MENSILE IN BUSTA PAGA – OPZIONE PER I LAVORATORI

Leggi tutto...

01 FEBBRAIO 2015 - Abrogazione della solidarietà passiva in materia di appalti (art.28)

Leggi tutto...

30 DICEMBRE 2014 - SILVA CRESCE ANCORA: A LUGLIO 2015 I NUOVI LOCALI PRESSO SESTO FIORENTINO

Leggi tutto...

15 GIUGNO 2013 - COEFFICIENTE DI RIVALUTAZIONE DEL T.F.R.

Leggi tutto...

15 MAGGIO 2013 - COEFFICIENTE DI RIVALUTAZIONE DEL T.F.R.

Leggi tutto...

Silva S.r.l. Via della Treccia, 12 50145 Firenze - Tel 055.318.141 (6 linee r.a.) Fax 055.300.228 - Email: info@silvagroup.it P.IVA 03575190487

Realizzazione sito e gestione tecnica CMS a cura di PlaNet S.r.l. Sistemi Informatici